Mostra “In Full Bloom”

Fiori, fiori e ancora... fiori!

In Volle Bloei Tentoonstelling Mauritshuis

10 febbraio 2022 - 6 giugno 2022

Quest’anno festeggiamo il nostro 200° compleanno in grande stile, regalando ai nostri visitatori le più belle nature morte floreali del diciassettesimo secolo. In quel periodo, infatti, esplose lo stile delle nature morte a tema fiori: da bouquet “impossibili” immaginati ad opere decorate con spettacolarità. Tutti ugualmente mozzafiato, vere e proprie feste di colori, con tanti piccoli insetti, e prevalentemente realizzati da artiste.

La mostra “In Full Bloom” ti porta in un viaggio alla scoperta del genere chiamato “natura morta floreale”. Da dove proveniva, nel diciassettesimo secolo, quell’improvviso interesse per le nature morte a tema fiori? Perché era così tante donne ad eccellere in questo genere e quale fu il ruolo della scienza? Benvenuto nel vivace mondo della natura morta a tema fiori e della botanica!

Sulla mostra

Fiori variopinti. Sembrano un soggetto praticamente ovvio nell’arte, vero? Tuttavia, alla fine del diciassettesimo secolo, alcuni pittori vi si concentrarono con straordinario zelo. Fu solamente dopo il 1600 che il genere della natura morta floreale esplose veramente. Briosi bouquet e boccioli esotici sono caratteristici di questo genere, esattamente come dettagli meticolosi, penuria e variazione. Da dove proveniva quell’improvviso interesse per le nature morte a tema fiori? In che modo le artiste di talento e i ricercatori conquistarono la scena internazionale? E quale fu il ruolo della scienza in tutto questo?

 

La mostra “In Full Bloom” ruota tutta attorno all’arte della natura morta floreale, alla botanica e alle artiste. Scoprirai tutto quello che c’è da sapere sullo sviluppo della natura morta floreale (perché, ad esempio, i fiori non giocarono un ruolo importante nell'arte già prima?) e in che modo arte, natura e scienza vanno a braccetto. Una mostra con qualcosa per tutti: fiori magnifici, scienza, natura e donne di talento.

Maria Sibylla Merian, Twee Vlinders Op Een Tak Kruisbessenbloesem.
Maria Sibylla Merian

Un design sostenibile

Non sono solamente i dipinti a rubare la scena in questa mostra: per le pareti della sala espositiva è stata scelta una soluzione unica e sostenibile. Sono state infatti realizzate con gli scarti floreali dell’industria dei bulbi. I fiori sono stati pressati per realizzare un materiale, che rende visibile la struttura delle foglie.

Il miglior “selfie spot” a L’Aia

Fiori, fiori e ancora... fiori! In concomitanza con l’apertura della mostra “In Full Bloom”, la facciata del museo verrà trasformata in un mare di fiori. Ispirandosi al “Vaso di fiori” di Jan Davidsz de Heem, la Pinacoteca Reale Mauritshuis verrà decorata con fiori finti (sostenibili) per tutto l’anno. I fiori verranno aggiunti a intervalli di settimane, finché il nostro edificio sarà completamente nascosto dietro un bouquet “impossibile”. Verrai a scattarti un selfie nel nostro cortile?

Anna Ruysch, Bosgrond Met Bloemen, 1685 1687.
Anna Ruysch

Ringraziamenti

La realizzazione di “In Full Bloom” è stata resa possibile da: Friends of the Mauritshuis Foundation, Prins Bernhard Cultuurfonds, Fonds 21, Zabawas Foundation e M.A.O.C. Gravin van Bylandt Foundation.

E con il sostegno dei nostri partner principali Friends Lottery e NN Group.